Riabilitazione urologica

 Home

La riabilitazione urologica e del pavimento pelvico maschile

La riabilitazione del pavimento pelvico, o rieducazione perineale, tratta molteplici disfunzioni urologiche.

Il trattamento riabilitativo del pavimento pelvico contempla la chinesiterapia (esercizi muscolari) abbinata se necessario ad altre tecniche quali: bio-feedback muscolare, stimolazione elettrica e tecniche comportamentali.

Il trattamento consiste in una serie di sedute , di media 8/10 (1 ciclo) o più a seconda della prescrizione Medica.

La riabilitazione interviene su quel gruppo di muscoli che chiude inferiormente il bacino, permettendo così al perineo di svolgere adeguatamente le funzioni di sostegno dei visceri pelvici e di mantenimento della continenza urinaria e fecale.

E’ indicata in caso di:

  • prolasso genitale con l'obiettivo di rinforzare il sistema di sostegno
  • incontinenza urinaria e fecale neurogena o non neurogena
  • dolore pelvico cronico
  • pazienti con esiti di post prostatectomia
  • alcune problematiche sessuali

Controindicazioni:

  • Per il biofeedback: tutte le affezioni flogistiche delle zone anali e perianali (emorroidi, ragadi anali)
  • Per la stimolazione elettrica: tutte le affezioni flogistiche delle zone anali e perianali (emorroidi, ragadi anali), la presenza di pace-maker di vecchia generazione e di mezzi di sintesi, le forme neoplastiche, la denervazione del pavimento pelvico.

Rischi e complicanze: Il trattamento non presenta sostanzialmente rischi o possibili complicanze per il paziente.